Acquista tramite un nostro rivenditore autorizzato





Scopri chi sono gli epoint ->

J48TM Direct Box Attiva con alimentazione Phantom - Distorsione bassissima- Eccellente Headroom e gamma dinamica- Mantiene il suono naturale dello strumento- Alimentazione Phantom a 48V Radial J48 è

Cod. prodotto: GRAD8001120 Brand: DISPONIBILE NEL NOSTRO MAGAZZINO
Il prodotto è disponibile nei nostri magazzini, se il tuo negoziante di fiducia non dovesse averlo presso il suo negozio, chiedigli di ordinarlo e noi lo spediremo entro le successive 48 ore lavorative.
Condividi:

J48TM Direct Box Attiva con alimentazione Phantom

- Distorsione bassissima
- Eccellente Headroom e gamma dinamica
- Mantiene il suono naturale dello strumento
- Alimentazione Phantom a 48V

Radial J48 è stata progettata da zero per fornire il timbro più naturale possibile. Come produttori di Direct Box, noi crediamo che il nostro compito non sia modificare il suono del vostro pregiato 'Fender Jazz Bass del1962', bensì mantenere e trasferire il vero carattere dello strumento al mixer senza aggiungere distorsioni o introdurre artefatti. Questa filosofia di progettazione ha guadagnato un enorme seguito fra molti dei musicisti più esigenti al mondo.

Radial J48 utilizza esclusivamente alimentazione Phantom a 48V ed è una Direct Box attiva che produce una risposta eccezionalmente lineare che si estende da 20Hz fino a ben oltre 40kHz. La bassa distorsione di tutti i tipi è garantita da un esclusivo alimentatore switching digitale che aumenta la tensione operativa interna aggiungendo headroom e migliorando la gestione del segnale. I risultati sono davvero sorprendenti. J48 assicura una cascata ideale di armonici pari e performance sonore migliori rispetto a DI che costano diverse centinaia di euro di più.

Come tutti i prodotti Radial, J48 è ricca di funzionalità per l’utilizzo in Studio ma anche eccezionalmente robusta per l’uso “on the road”. È dotata di un pad di ingresso -15dB per gestire i segnali più forti, inversione di polarità a 180º per il controllo del feedback sul palco e Ground lift per ridurre i ronzii e rumori causati dai loop di massa. Le caratteristiche speciali includono una funzione Merge che unisce elegantemente i segnali sinistro e destro in un segnale Mono, senza cancellazione di fase. Per minimizzare il feedback risonante con strumenti acustici, J48 ha un filtro passa-alto 80Hz (low-cut) che, una volta attivato, aumenta anche l'headroom eliminando le basse frequenze non necessarie.

L’innovativo design a libro, caratteristico dei prodotti Radial, protegge gli interruttori e i connettori. La costruzione I-beam interna elimina lo stress sulla scheda PC proteggendo i componenti sensibili da potenziali danni da torsione e assicura prestazioni senza problemi per anni. La parte posteriore presenta un pad antiscivolo su tutta l’area che fornisce isolamento meccanico ed elettrico, garantendo stabilità sui palchi “molto rock”!

Radial J48 è utilizzata da vari artisti: il chitarrista acustico Tommy Emmanuel, il tecnico super-star Joe Chiccarelli e una delle band di maggior successo di tutti i tempi: i Fleetwood Mac. Radial J48 ... la Direct Box attiva alimentata via Phantom 48V più bella al mondo.

 

Applicazioni

È un piacere usare Radial J48. È 'plug & play' ed è perfetta per le sonorità in studio e durante i concerti live. Di seguito descriviamo un approccio di base per utilizzare J48. Per tutti i dettagli, vi consigliamo di consultare il manuale utente J48 completo.

Panoramica

Radial J48 è una Direct Box professionale ugualmente utile in Studio e dal vivo, progettata con lo scopo di convertire l’elevata impedenza d'uscita di uno strumento in un ingresso a bassa impedenza, un segnale di livello microfonico compatibile con gli ingressi di una console. Inoltre bilancia il segnale, permettendo l’utilizzo di cavi lunghi fino a 300 metri senza rumore e senza un’apprezzabile perdita di segnale.

A differenza delle classiche Direct Box che utilizzano semplicemente l'alimentazione Phantom per gestire un buffer interno, J48 in realtà converte l'alimentazione phantom da DC a AC; successivamente, grazie ad un esclusivo alimentatore switching, aumenta la tensione di funzionamento interna assicurando maggiore headroom. In questo modo, l'amplificatore attivo (buffer) non è sempre al massimo: non dobbiamo barattare la risposta in frequenza per la gamma dinamica. Il risultato è una curva di risposta che inizia a 10Hz e si estende ben al di sopra dei 40kHz! Ciò assicura che il timbro naturale dello strumento venga mantenuto senza degradazione o introduzione di artefatti.

Collegamenti

Come con qualsiasi dispositivo audio elettronico, assicuratevi che tutti i livelli siano a zero e/o l'alimentazione sia spenta prima di effettuare i collegamenti. Questo eviterà ai transienti di accensione o alla scarica del condensatore di danneggiare i diffusori.

Impostazione con Strumenti Standard

  1. Collegate un cavo da ¼" dal vostro strumento all’ingresso di J48.
  2. Collegate un cavo da ¼" dal connettore Thru al vostro amplificatore. Questo collegamento in parallelo è facilmente testabile alzando il volume del vostro amplificatore. Effettuate una prova sempre a basso volume per assicurarvi che le connessioni e i cavi funzionino correttamente.
  3. Collegate un cavo XLR dall'uscita di J48 all'ingresso di un preamplificatore microfonico del vostro mixer. Assicuratevi che l'alimentazione Phantom a 48V sia accesa. Oggi praticamente tutti i mixer sono dotati di alimentazione Phantom a 48V. Questo ingegnoso sistema rimanda un segnale DC a J48 che alimenta l'amplificatore interno e non interferisce con il percorso del segnale audio AC.
  4. Alzate lentamente il volume del mixer e verificate a basso livello che il segnale sia presente. Se riscontrate rumori o ronzii, provate a sollevare la terra. Iniziate a suonare. In caso di distorsione, abbassate il volume della sorgente o premete il pad di ingresso.

E' facilissimo! Ora l’apparecchio è impostato e siete pronti per suonare!

Dopo aver effettuato i collegamenti, accendete il sistema audio. Assicuratevi che l'alimentazione Phantom a 48V sulla console venga accesa prima di alzare i livelli di volume del sistema. Per controllare l'alimentazione Phantom, premete il filtro passa-alto 80Hz su J48 mentre guardate il LED. Dovrebbe lampeggiare una volta per dirvi che l'alimentazione Phantom è presente. Il LED non rimane acceso. Questa funzione è stata predisposta per distribuire tutta la corrente Phantom disponibile al circuito audio. Ora siete pronti per il test audio. Suonate il vostro basso o la chitarra acustica. Dovreste sentire il vostro strumento nel vostro amplificatore da palco, se collegato. Aumentate lentamente il livello audio. Se riscontrate ronzii o rumori, provate a sollevare la terra su J48: questo accorgimento spesso aiuta ad eliminare il ronzio causato dai loop di massa.

Utilizzo di J48 con una Chitarra Acustica

Una delle applicazioni più comuni per Radial J48 è con una chitarra acustica sul palco. J48 è progettata per essere utilizzata da sola, con sistemi PA e di monitoraggio, o in combinazione con il sistema PA e amplificatori strumentali da palco.

Su grandi palchi professionali per concerti, i monitor o il suono sul palco sono controllati solitamente da un tecnico monitor o dal tecnico front-of-house (FOH). In questo caso, J48 è sostanzialmente invisibile: la chitarra si collega a J48 ed il resto viene gestito come un microfono. Un amplificatore per lo strumento è opzionale.

Eliminare il Feedback
La più grande sfida con gli strumenti acustici è ottenere un livello sufficiente sul palco prima del feedback. Per eliminare il feedback, J48 è dotata di un Low-Cut (filtro passa alto) che riduce gradualmente i bassi al di sotto degli 80Hz, eliminando la risonanza delle basse frequenze. Se sul palco rilevate che il feedback è più presente in alcune zone e meno in altre, provate a utilizzare l'interruttore di polarità, che cambierà il modo in cui il sistema PA e i wedge monitor interagiscono, migliorando il suono ed eliminando gli hotspot di feedback di risonanza.

Alcuni musicisti preferiscono avere il proprio amplificatore sul palco, per impostare il suono in base alle esigenze personali. Tuttavia questo può essere controproducente nell’ottenimento di un buon suono in sala: per esempio, l'aggiunta di riverbero sul palco può sembrare una buona cosa, ma quando si suona in un'arena con molta eco, più riverbero significa perdere completamente la chitarra acustica. Lo stesso vale per l'EQ: tagliare la gamma delle frequenze medie sul palco può sembrare la soluzione ideale, ma il segnale inviato al PA dovrebbe essere flat per consentire al tecnico FOH di mixare il suono in modo che sia al di sopra della batteria e degli altri strumenti.

Utilizzo di J48 con un Basso

Come descritto in precedenza, proprio come per una chitarra acustica, un basso elettrico può essere usato in 'diretta' o insieme con un amplificatore per basso. Questo vale sia per la registrazione in studio, sia per le performance dal vivo. Il vantaggio di un set-up diretto è la semplicità. Niente amplificatori da portare in giro, niente problemi di fase ... solo 'plug & play'. Per alcuni, come ad esempio il professionista Ric Fierabracci, questo approccio funziona veramente bene.

"Nell'ultimo Tour di Tom Jones, ho collegato il mio basso direttamente a J48 e da lì ho collegato il mio monitor in-ear impostato come volevo, lasciando che il tecnico FOH gestisse il suono in anticipo. Questo discorso non riguarda me personalmente o gli assoli di basso. Questo è il tipo di concerto dove tutta l'attenzione è sul backing-up dell'artista. Ho trovato questa impostazione molto efficace. Radial J48 fa il suo lavoro tranquillamente e io posso concentrarmi sul suono ogni sera" - Ric F.

La combinazione dell'alimentazione diretta da Radial J48 con il suono di un amplificatore microfonato è un approccio più comune, soprattutto in un evento dal vivo. Con questa impostazione il bassista è in grado di creare il suono e sentire ciò che vuole sul palco, fattore estremamente importante per creare il groove giusto con il batterista. Ma anche quando si parla di EQ, ciò che può sembrare bello sul palco, non necessariamente suona bene in sala. Questo è il motivo per cui la maggior parte dei musicisti invia il suono diretto del basso prima che venga passato nell’amplificatore, permettendo così al tecnico FOH di lavorare con un suono non modificato e ottimizzare l'EQ per la sala. L'inversione della polarità a volte può aiutare il time-align delle basse frequenze, per ridurre la risonanza e rendere più facile il mixing.

Utilizzo di J48 con tastiere

Radial J48 è in grado di gestire livelli più elevati rispetto ad altre DI attive, per cui è perfetta per le tastiere ed è particolarmente adatta con le vecchie tastiere vintage che hanno una uscita limitata, come ad esempio un Piano Rhodes vintage. Quando si utilizza J48 con strumenti altamente dinamici come pianoforti digitali, campionatori e drum machine, si consiglia di attivare il pad -20dB nel circuito, riducendo la possibilità di distorsione da sovraccarico.

Funzione Merge
Una caratteristica interessante su J48 è la funzione Merge, progettata specificamente per gestire molte uscite di tastiere destra/sinistra rispetto ai canali disponibili sul mixer. Premendo l'interruttore Merge è possibile trasformare l'ingresso e il Throughput in due ingressi, permettendo di mixare passivamente i segnali sinistro e destro in un'uscita mono. In tal modo si risparmia tempo prezioso durante l'installazione e si elimina la necessità di riprogrammare tutti i suoni in mono.

                       Merge usata per mixareuna tastiera stereo in mono.                      Merge usata per mixare una tastiera e un campionatore.

Utilizzo di J48 in Studio

Non fatevi ingannare dalle piccole dimensioni di J48 rispetto alle grandi e appariscenti Direct Box da Studio. Abbiamo testato la maggior parte di questi costosi dispositivi e J48 di solito li supera quando si tratta di offrire un audio fantastico. Non intendiamo affermare che alcune di queste DI da studio non siano utili, può essere divertente aggiungere personalità ad uno strumento introducendo effetti come la distorsione valvolare o curve EQ radicali. J48 non è stata progettata per fare questo: il suo compito consiste nell’inviare il segnale più preciso possibile al sistema di registrazione e consentire al tecnico di prendere decisioni artistiche da quel punto.

Con l'avvento della registrazione digitale, 'tracce extra' aprono la porta a opzioni creative come mai prima d'ora. Se state registrando il basso o una chitarra acustica o elettrica, è buona norma registrare sempre una traccia direttamente dallo strumento. In questo modo, è possibile catturare una performance magica che non può essere ricreata e inserirla nel mix successivamente.

Radial J48 è perfetta per questo. Tutto ciò che dovete fare è collegare lo strumento a J48 e il Thru-put all'amplificatore. L'uscita XLR alimenta il vostro registratore, che potete usare tranquillamente per catturare le tracce e salvarle per un utilizzo futuro.

Re-amping - Utilizzo di Radial J48 e Radial X-Amp

Il Re-amping o la ri-registrazione è un processo che coinvolge la registrazione di una traccia pulita e quindi la riproduzione del brano pulito attraverso un dispositivo di re-registrazione come Radial X-Amp usando pedali effetto ed amplificatori. Tale tecnica, utilizzata solitamente con le chitarre elettriche, è ora impiegata anche con basso, tastiere, percussioni e persino con la voce!

Per l’applicazione della tecnica con la chitarra, impostate inizialmente la chitarra e l’amplificatore come al solito, tranne che la chitarra va collegata all'ingresso di Radial J48 e il Thru-put all'amplificatore per chitarra come indicato. L’uscita XLR di J48 andrà ad alimentare la console di mixaggio del sistema di registrazione. Appena il chitarrista inizia a suonare, registrate il suo amplificatore utilizzando un microfono e catturate contemporaneamente il suono diretto pulito della chitarra attraverso J48. Una volta registrata la traccia potete mandare a casa il chitarrista e mettervi al lavoro!

Ecco il punto: dopo aver acquisito la registrazione, gestire una nota pasticciata è facile se il segnale è pulito, ma farlo con una traccia di chitarra distorta è difficile, se non impossibile. Inoltre, avere un chitarrista che suona e suona e suona ancora prima di aver sistemato i microfoni intorno al suo amplificatore spesso può richiedere ore. Un chitarrista stanco non suona come uno fresco! Catturate le prestazioni, più tardi poi preoccupatevi del suono.

Con la traccia dry registrata con J48, è ora possibile inviare il segnale della chitarra a Radial X-Amp. X-Amp è fondamentalmente un convertitore di segnale line level in segnale per un amplificatore per chitarra e amplificatore di distribuzione. Esso consente di pre-registrare il segnale di linea bilanciato per gestirlo con amplificatori per chitarra o pedali effetto. Premete Play sul registratore e poi, attraverso X-Amp, inviate il segnale di nuovo negli effetti e nei vari amplificatori. Mentre state riproducendo la traccia un vostro collaboratore sposta il microfono per la stanza fino a che non suona bene. Questa è la magia che c’è dietro il Re-amping.

DOMANDE FREQUENTI

Che cosa è una Direct Box?
Una Direct Box è un dispositivo di abbinamento di impedenza e di bilanciamento del segnale. La DI converte i segnali ad alta impedenza degli strumenti in segnali MIC-level bilanciati per l'interfacciamento con attrezzature audio professionali, come console di missaggio. Una buona Direct Box garantisce che segnali elettrici adeguati siano mantenuti in tutta la catena del segnale e permette la gestione di cavi lunghi senza problemi di rumore. Una buona DI Box è altrettanto importante quanto un buon microfono.

​​​​​​​Qual’è la differenza fra DI attive e passive?
Questo è in qualche modo simile al confronto fra microfoni dinamici e a condensatore. Le DI Attive hanno un pre-amp integrato che necessita di alimentazione per funzionare mentre le DI Passive utilizzano un trasformatore per convertire il segnale. Entrambe 'trasformano' o convertono l'uscita ad alta impedenza dello strumento in un segnale di livello microfonico bilanciato a bassa impedenza. Questo permette la gestione di cavi lunghi senza rumore indesiderato e migliora la qualità del suono dello strumento. J48 utilizza l'alimentazione Phantom per ricavare la sua fonte di alimentazione.

​​​​​​​Alimentazione Phantom: cos’è e che effetti ha sulle altre mie apparecchiature?
L'alimentazione Phantom fornisce corrente a 48 Volt DC proveniente dal mixer sui pin 1 e 2 del connettore XLR. È stata originariamente progettata per fornire alimentazione ai microfoni a condensatore. Di solito è a 48 volt e tra i 5 e i 15 mA. La maggior parte delle apparecchiature audio professionali utilizzate oggi sono state progettate per interfacciarsi con mixer con alimentazione Phantom attiva, per cui, in genere l'alimentazione Phantom non danneggia gli altri dispositivi.

​​​​​​​Perché molti usano Direct Box attive?
Le Direct Box attive tendono ad avere piu 'portata', nel senso che possono catturare armoniche e dinamiche che possono essere perse con le Direct Box passive a basse prestazioni. Inoltre tendono meno a caricare lo strumento, fattore che può modificarne il timbro. 

​​​​​​​Cos'è il carico?
Anni fa, la maggior parte dei bassi elettrici utilizzava pick-up con uscite regolari, come quelle che si trovano sui bassi Fender. I musicisti hanno scoperto che collegando il basso 'attraverso' una Direct Box e poi dividendo il segnale alla loro amplificazione, il suono cambia, in seguito al carico aggiunto della Direct Box che invia il segnale al mixer (e cavo) che può essere anche a 100 metri di distanza: il livello che va all'amplificatore si riduce e il timbro cambia. 

​​​​​​​Perché il carico inferiore non è più una preoccupazione oggi?
Negli Anni ’70 e ‘80 le chitarre acustiche non avevano i sofisticati pick-up e pre-amplificatori integrati che sono uno standard di oggi. I bassi elettrici ora incorporano pick-up ad alto rendimento o hanno un'elettronica attiva integrata. Le tastiere e i sintetizzatori digitali hanno livelli di uscita elevati e sono così potenti che il carico non è più una preoccupazione. Questa 'correzione' in realtà ha causato un nuovo problema: la distorsione di ingresso o saturazione. La maggior parte delle DI non sono in grado di gestire gli alti livelli degli strumenti più potenti di oggi.

​​​​​​​Cosa rende Radial J48 così speciale?
Cominciamo a capire come lavorano le DI attive: le Direct Box attive sono infatti preamplificatori a gain unitario. Gestiscono il segnale dello strumento utilizzando i cosiddetti buffer. Ciò significa che le Direct Box attive richiedono energia per funzionare, devono ottenere la loro energia da batterie o dall'alimentazione Phantom proveniente dalla console.
Perchè la Direct Box funzioni correttamente, le batterie devono essere nuove. Non appena la potenza è insufficiente, la Direct Box distorce. Questo è il motivo per cui i tecnici odiano le batterie, e preferiscono l'alimentazione Phantom. Ma la Phantom ha dei limiti …
L'alimentazione Phantom è stata originariamente sviluppata per la fornitura di bassa corrente ai microfoni a condensatore. A quei tempi, nessuno avrebbe mai pensato che avremmo dovuto gestire i livelli dinamici degli strumenti attivi ad alto rendimento di oggi. Recentemente abbiamo testato una chitarra acustica Takamine con pre-amplificatore integrato e abbiamo scoperto che, se spinta al massimo, l'uscita raggiungeva un picco di 7 volt. Considerando che la maggior parte delle DI è in grado di gestire a malapena 2 o 3 volt, non meravigliatevi se il suono di una chitarra in un sistema PA risulta ‘duro’. I bassi attivi spingono le DI ulteriormente a causa del loro potente contenuto di basse frequenze e i pianoforti digitali sono ancora più esigenti.
Radial J48 è stata specificamente progettata per risolvere questo problema: aumentando la tensione rail interna questi strumenti non sono in grado di sovraccaricare l'ingresso. J48 può essere spinta fino a 9 volt e ancora suona alla grande! Questo si chiama headroom.

​​​​​​​Perché il LED non rimanere acceso?
Abbiamo pensato che ogni milliwatt di potenza disponibile doveva essere deviato verso il percorso del segnale audio per fornire la massima qualità del suono. Poichè l'alimentazione Phantom ha pochissima tensione disponibile, non ci è sembrato saggio illuminare un LED che richiede corrente come quasi l'intero circuito di J48. In genere, le Direct Box sono posizionate sotto i rack da tastiera o dietro gli amplificatori e non è possibile vedere la luce in ogni caso.

​​​​​​​Perché molti usano Direct Box passive?
Le Direct Box passive sono spesso scelte in quanto 'plug & play' facili da usare. Se equipaggiate con un trasformatore di alta qualità, sono in grado di gestire livelli eccezionalmente elevati di segnale senza distorsione armonica. Un buon dispositivo come Radial JDI elabora il segnale senza introdurre artefatti come la distorsione di fase. Questo è possibile perché il trasformatore Jensen che usiamo è realizzato in maniera perfetta.

​​​​​​​Cos’è la distorsione di fase?
Mantenere il proprio segnale in fase è simile a fare in modo che quando si suona la chitarra, il suono proveniente dalla corda MI basso suoni allo stesso tempo come la corda SOL quando esce dal vostro amplificatore. Si può prendere questo per scontato, ma il fatto è che la distorsione di fase può causare la perdita nel mix di uno strumento e rendere il suono dei bassi ‘fangoso’. La distorsione di fase può verificarsi a tutte le frequenze, ma è più evidente nelle frequenze più basse. Fate una prova mettendo i vostri speaker stereo faccia a faccia, vicini tra loro, e invertite i fili su un cabinet in modo che sia collegato 'fuori fase': diventerete immediatamente discepoli del 'in fase'.
Quando abbiamo testato diverse famose Direct Box, abbiamo scoperto che la maggior parte andavano bene a 1kHz. Quello che ci ha sorpreso è il relativo rendimento a 20Hz della fase assoluta. Una famosa Direct Box era 40º fuori fase, mentre un'altra era 20º fuori fase. La migliore è stata Radial JDI™ con un semplice 4º mentre J48™ ha ottenuto un 9º molto rispettabile. Spendiamo migliaia di dollari su sistemi PA per assicurare che siano time-alligned (in fase) mentre Direct Box minori rovinano il suono ancor prima che arrivi alla postazione di mix!

​​​​​​​Una risposta di frequenza piatta è meglio di una risposta colorata?
Ottima domanda. Al momento dell'acquisto di un grande microfono con diaframma a condensatore, non avrete un microfono piatto, ma un microfono con un colore o genere che soddisfi la vostra ricerca sonora. La maggior parte degli studi vantano una selezione di microfoni e la firma di un buon tecnico è 'sapere' quale microfono utilizzare al fine di ottenere quel particolare timbro. Con le Direct Box, di solito non è così. Se il suono della chitarra non è giusto, di solito si cambia la chitarra e non la Direct Box. Pertanto, riteniamo che il ruolo della Direct Box sia quello di trasportare il segnale originale più fedelmente possibile dallo strumento alla destinazione e consentire al tecnico e produttore di effettuare le scelte artistiche.
Spunto di riflessione ... Se il produttore di Direct Box cambia il timbro? Se renderà grosso il suono della vostra Strat, renderà fangoso quello della vostra Les Paul? Pensiamo che una DI progettata correttamente dovrebbe essere fedele alla sorgente. Il suono della Direct Box Radial J48™ è naturale e non colorato.

​​​​​​​Cosa ne pensate delle Direct Box a valvole?
Le Direct Box a valvole sono belle e c'è un posto preciso per loro nel mondo della registrazione. Le DI a valvole offrono personalità al suono e vanno considerate come vengono considerati i microfoni a diaframma largo.

​​​​​​​Posso utilizzare Radial J48 per il Re-amping?
Il Re-amping è un processo in due fasi. Radial J48 è perfetta per il 'punto di partenza' del Re-amping in cui dovrete collegare la vostra chitarra al J48, inviare il Thru al vostro amplificatore e l’uscita XLR al sistema di registrazione. Sarà quindi necessario un dispositivo come ProRMP o X-Amp per il Re-amping. Questi prendono il segnale dry registrato e lo inviano di nuovo all'amplificatore per chitarra e agli effetti per completare il processo di Re-amping. 

​​​​​​​Posso usare Radial J48 con un pickup piezo?
È possibile, ma non suonerà bene. Il problema con i pickup piezo è che suonano meglio quando 'vedono' una impedenza di ingresso elevata. Per i piezo occorre essere intorno a 4meg-Ohm o superiore. Per questo utilizzo sono state progettate Radial JDV e Radial PZ-Pre. 

​​​​​​​Può Radial J48 essere utilizzato con le tastiere?
Sì, naturalmente. È perfetto con i vecchi pianoforti Rhodes o i sintetizzatori vintage. È probabile che sia necessario utilizzare il pad per controllare il livello di molte tastiere moderne che hanno uscite molto potenti.

​​​​​​​Cosa rende J48™ migliore rispetto al resto delle Direct Box?
Una buona Direct Box deve affrontare diversi aspetti per essere funzionale: il suono, le funzionalità/impostazioni e la costruzione sono parti essenziali che compongono il tutto. Cominciamo con la costruzione. Radial J48™ è, in realtà, due Box in una. Lo scheletro interno presenta una struttura saldata calibro 14 in cui la scheda PC, il circuito, i trasformatori e gli interruttori sono alloggiati. Sollevate J48™ e capirete che avete a che fare con la qualità. Il design rigido assicura che la scheda PC non sia sottoposta ad alcun sforzo e che le saldature rimarranno intatte anche dopo anni di utilizzo. Il design a libro offre un facile accesso ai connettori e crea una zona di protezione naturale per gli interruttori. Nei Tour, le DI box vengono calpestate e maltrattate. Le Direct Box Radial devono essere in grado di resistere a questi maltrattamenti. Nessun'altra DI Box offre così tante caratteristiche. Tutto ciò fa di J48™ la DI ideale per qualsiasi applicazione. Infine, il suono di J48 ™ è 'giusto'. Scoprite le specifiche e troverete che è estremamente lineare da 20Hz a 20kHz, non presenta quasi alcuna distorsione nella rigorosa ed esigente regione dei 20Hz e ha una bassissima distorsione di fase per tutta la larghezza di banda audio. Quello che mettete in ingresso verrà dato in uscita. Niente verrà aggiunto e nulla cambiato.

​​​​​​​Perchè scegliere una Direct Box Radial?
Passione e qualità. Noi crediamo che oggi ciò che manca in molti prodotti è la passione per costruire il prodotto giusto. Amiamo costruire prodotti che non solo superano le regole sonore, ma superano anche le aspettative di durata.

​​​​​​​Come lavora la funzione Merge?
La funzione Merge è un circuito misto resistivo passivo che mixa due canali di ingresso in uno mono. In altre parole, vengono prese le uscite sinistra e destra provenienti da una tastiera e mixate insieme utilizzando i connettori In e Thru della DI Box. 

​​​​​​​L’uscita Thru di J48 invia il segnale anche se l'unità non riceve alimentazione Phantom?
Sì, l’uscita Thru continua a rispecchiare il segnale di ingresso anche quando l'alimentazione Phantom non è attiva. Basta assicurarsi che la funzione Merge non sia accesa. 

Il mio amplificatore per chitarra ha una impedenza di ingresso di 1Mohm. J48 ha un'impedenza di ingresso di 220kohm. Perché dovrebbero esserci differenze?
Tradizionalmente un ingresso da 1 mega-ohm era utilizzato su amplificatori e DI Box, dal momento che era uno standard sugli amplificatori a valvole. Già nel 2001, abbiamo scoperto che un carico di 1 mega su un circuito a valvole suona in maniera molto diversa di quanto non faccia su un circuito Solid-state. Questo è probabilmente il motivo per cui così tanti musicisti non amano i circuiti Solid-state! Abbiamo notato che se hanno la possibilità, la scelta che la maggior parte dei musicisti predilige con le Direct Box Solid-state tende ad essere quella di 220K. Per questo, abbiamo impostato l'impedenza d’ingresso di J48 e Pro48 a 220k. 

​​​​​​​È possibile utilizzare la funzione Merge sulle DI Box JDI o J48 in modo da poter usare due chitarre diverse per ogni ingresso?
Si. Si possono certamente utilizzare due strumenti senza alcun problema. L'unico inconveniente è che ogni strumento produrrà un’uscita diversa dall’altro.

Video

News

L’artista Dan Briggs e la sua DI J48 Radial
Amo il modo in cui suona!

Radial al Winter Namm 2017

Ecco tutti i prodotti presentati da Radial in diretta dal Winter Namm 2017: