Michael Brauer usa Universal Audio missando 'Battle Studies' di John Mayer "Best Engineered Album" 2011

Il celeberrimo ingegnere del suono Michael Brauer si è recentemente aggiudicato l'agognato Grammy® Award 2010 'Best Engineered Album' per il missaggio dell'album di John Mayer 'Battle Studies' — un album in cui ha utilizzato una 'salutare' dose di hardware UA. Battle Studies è l'ultimo di una lunga serie di premi per Brauer, che ha coronato  una rispettata carriera musicale lunga 30 anni, passati a missare album sempre in vetta alle classifiche, dai Coldplay ad Aretha Franklin, da Bob Dylan ai Rolling Stones.

Nella nuovissima intervista pubblicata sul sito di Universal Audio, Brauer ricorda i momenti particolari in cui l'uso dell'hardware UA è stato determinante. Steve Jordan e John Mayer erano alla ricerca di una particolare sonorità: “C'è un pezzo sul disco che si chiama  ‘Who Says?’ che avevo cominciato a missare usando la mia tecnica di compressione multi-buss. Quando John lo ascoltò… pensò che quella traccia avrebbe dovuto avere un suono meno artefatto… Ho ricominciato passando tutto in un compressore stereo (un Neve 33609) ed in una coppia di EQ Pultec e la voce nel mio UA LA-3A (hardware)—un semplice compressore che suona alla grande. Quando John, una mezz'ora più tardi, è tornato, ha detto: ‘That’s it.’ Avevamo finito.”

A lungo ammirato per l'ormai mitico modo di affrontare il suono che lui definisce “BRAUERIZE,” Brauer si concentra sull'amperage-busting, una miscela esplosiva di hardware della sua collezione 'NASA-like' di processori vintage negli Electric Lady Studios di New York. Ma, anche se posiede alcuni tra i più apprezzati processori analogici del mondo, da qualche tempo svolge buona parte del lavoro di processamento del segnale con i Powered Plug-In della UAD-2 di Universal Audio. “Posseggono la sonorità che cerco” ci dice “e per me, la sonorità è tutto.”

Michael Brauer utilizza normalmente i Powered Plug-In di Universal Audio per ottenere il suo particolarissimo 'suono' sebbene sia molto noto ai più come proprietario (ed, evidentemente, espertissimo utilizzatore) di un'immensa collezione di eccellenti macchine analogiche tra cui alcuni 'classici' di UA come i compressori 1176LN, LA-2A ed LA-3A, “Non sono mai stato granchè impressionato, finora, dalla grade quantità di plug-in disponibili. Possiedo, praticamente, tutte le macchine originali, per cui la versione plug-in deve essere assulutamente convincente, perché decida di usarla. La suite di UAD-2 è incredibile. La sonorità del Fairchild 670 è superlativa, la uso dovunque, anche quando di solito non avrei potuto. Rende il 'suono' della voce stupefacente.”

Leggi l'intervista completa sul blog de sito Universal Audio:

 

Maggiori informazioni sull'Hardware Universal Audio

About Universal Audio Inc.

Founded in 1999 by Bill Putnam Jr. and based in Scotts Valley, California, Universal Audio is best known for its vintage analog reproductions and advanced Digital Signal Processing technology, including the award-winning UAD Powered Plug-Ins Platform. The company is focused on merging the best of classic analog and modern digital technology. UA is devoted to this endeavor, following its rich recording heritage and motto, “Analog Ears. Digital Minds.” www.uaudio.com

 

Photo: ©2011 Juan Patino Photography

Condividi:
Loading