Acquista tramite un nostro rivenditore autorizzato





Scopri chi sono gli epoint ->

Korg Electribe è una groovebox alimentabile con 6 pile AA, o a mezzo dell’adattatore di corrente incluso, con una multitimbricità a 16 parti, 24 voci di polifonia totale, ed equipaggiata di un motore di sintesi per ciascuna parte che

Cod. prodotto: C1280240037 Brand: DISPONIBILE NEL NOSTRO MAGAZZINO
Il prodotto è disponibile nei nostri magazzini, se il tuo negoziante di fiducia non dovesse averlo presso il suo negozio, chiedigli di ordinarlo e noi lo spediremo entro le successive 48 ore lavorative.
Condividi:

Korg Electribe è una groovebox alimentabile con 6 pile AA, o a mezzo dell’adattatore di corrente incluso, con una multitimbricità a 16 parti, 24 voci di polifonia totale, ed equipaggiata di un motore di sintesi per ciascuna parte che fa perno su ben 409 forme d’onda, 16 differenti filtri, 72 template di modulazione, 38 effetti insert. Senza distinzione tra parti drum e synth, tutte e 16 le parti sono suonabili e/o programmabili direttamente dai pad, o dal touch pad integrato in stile Kaossilator. Dotata di un sequencer a 64 step per parte, la nuova serie Electribe prosegue con flessibilità e stile il viaggio di Korg nell’universo della musica elettronica, sia essa suonata dal vivo, sia essa prodotta in studio. A circa 10 anni dalla commercializzazione della prima Electribe MX (2003 circa), Korg introduce sul mercato mondiale l’attesissimo nuovo modello progettato per essere semplice e di comprensibile utilizzo anche per l’utenza alle prime armi, nonché estremamente divertente e ricco di funzioni appetibili alla vecchia guardia.

Nuova Electribe, nuovi generi musicali
Electribe rinasce integrando un po’ tutte le tecnologie recentemente implementate nei vari prodotti di casa Korg, dal KingKORG al kaossilator, dal kaoss pad alla serie di tastiere MIDI Controller Taktile. I 200 pattern preset inclusi coprono generi musicali EDM quali house e tecno, ma anche quelli più richiesti in ambito “commerciale” quali trap, electro e complextro. Altra importante evoluzione nella nuova Electribe è la polifonia, indispensabile per alcuni filoni musicali che richiedono progressioni armoniche complesse come la Soulful, l’house music più raffinata.

Più potenti con il nuovo OS 2.0
Il nuovo sistema operativo Versione 2 per Electribe 2 ed Electribe Sampler (2S) ha introdotto nuove funzioni, come la richiestissima Pattern Chain con la quale potrai mettere in sequenza più pattern al fine di creare arrangiamenti più estesi, dalla durata superiore. Inoltre è stato aggiunto l’Undo, ossia l’annullamento dell’ultima operazione effettuata, applicabile premendo contemporaneamente i tasti “SHIFT” e “<”. Original Value è un’altra delle novità introdotte dall’aggiornamento, che consiste nella comparsa della scritta “ORIG” sulla destra del display qualora modificando un parametro, ovvero ruotando un potenziometro ci si imbattesse nel valore precedente alla variazione.

Step Sequencer evoluto
Basato su 16 pad posizionati in bella vista, con Electribe potrai programmare i pattern delle sequenze in modo intuitivo: usando i pad come se fossero i tasti di una tastiera per registrare le tue perfomance in tempo reale, oppure programmandoli in modo step inserendo le informazioni di intonazione e ritmo nota per nota. I pattern generati possono essere manipolati in tempo reale usufruendo della funzione “Step Jump” derivata dalla fortunatissima serie VOLCA, oppure cambiandone l’ultimo step al fine di variare la lunghezza del pattern di ciascuna parte. C’è anche la funzione "motion sequence", la quale permette di registrare all’interno del pattern i movimenti dei potenziometri e dei pulsanti, quindi automatizzare i parametri di editing. Non esistono distinzioni tra drum o synth, ciascuno di questi può essere liberamente assegnato ad una delle 16 parti (fino a 16 suoni differenti: uno su ogni pad). Ad esempio, potrai originare parti ritmiche complesse assegnando un suono percussivo a ciascuna delle 16 parti.   

Intuitivo grazie ai Trigger pad e Touch pad
La funzione "touch scale" derivata dalla serie Kaossilator permette a tutti di riprodurre note in scala senza sbagliare, muovendo semplicemente il dito sulla superficie del touch pad, mentre trigger pad basati sulle specifiche della serie Taktile semplificano notevolmente la creazione di frasi sia in modo step, sia nella registrazione in real-time. La sensibilità alla velocity dei pad può essere all’occorrenza disattivata, funzione utile nella produzione di beat EDM, dove parti come la cassa, o altri strumenti, non vengono soggetti a variazione della dinamica durante la stesura.      

Motore di sintesi pensato per produrre più velocemente
Per la nuova serie Electribe, KORG ha progettato un motore di sintesi che unisce la rapidità di programmazione alla libertà di espressione attraverso la generazione di suoni senza particolari limitazioni di genere. Ciò è possibile grazie alle 409 forme d’onda disponibili negli oscillatori, tra le quali sono inclusi modelli fisici e PCM. La sezione analog modeling del motore sonoro offre dalle forme d’onda basilari alle combinazioni più complesse quali dual, unison, sync, ring e cross modulation. La wavetable PCM, che vede la collaborazione di aziende quali Sample Magic, Loopmasters e Prime Loops è prevalentemente dedicata ai suoni di batteria elettronica e ai multi-campionamenti dei suoni di tastiera. Il filtro, come da tradizione Korg, rappresenta il cuore della processazione sonora. Nella nuova Electribe questo compito è stato assegnato agli algoritmi sviluppati per il filtro già implementato nel synth a modelli fisici KingKORG, i quali emulano i filtri più diffusi nella storia della sintesi sonora. Con il filtro potrai intervenire anche sulla sezione ritmica. Le modulazioni arricchiscono notevolmente un suono, una traccia, ma spesso sono di difficile attuazione, in quanto complessi e con parametri non certo chiari alla massa. Korg ha quindi pensato di condensare in soli 3 parametri la gestione della modulazione per l’Electribe: selezione di uno dei ben 72 template di modulazione che comprendono l’effetto (sorgente) e a cosa lo si vuole applicare (destinazione), intervento sulla velocità di modulazione e controllo sull’influenza che questa avrà sul suono originale.      

Master effect, Pattern set & Sync in/out
Come da tradizione Kaoss Pad, il Master FX della Electribe è controllabile direttamente dal touch pad del prodotto. Non si tratta però di un processore limitato ai soli effetti di ambienza e spazialità. Dai più recenti Kaoss Pad il Master Effect dell’Electribe ha carpito algoritmi che intervengono sul suono in modo stravolgente ed aggressivo, come il "Vinyl Break", mentre i nuovi ed appositamente progettati "Seq Reverse" e "Odd Stepper" ti consentiranno di variare in modo creativo l’ordine di riproduzione delle tue sequenze. Non mancano gli effetti insert assegnabili individualmente a ciascuna parte per la creazione di un sound generale più complesso. La funzione "pattern set" ti permette di attivare/disattivare i pattern premendo i singoli trigger pad, mentre quella "event recording" ti consente di cristallizzare, quindi registrare quanto posto in essere dalla precedente. Oltre all’ingresso e all’uscita MIDI su connettore DIN classico pentapolare (adattatori inclusi nella confezione), Korg Electribe dispone di connessioni mini-jack TRS per il Sync In e il Sync Out. Questo estende le opzioni di sincronizzazione alle macchine analogiche del passato oltre che ai più recenti synth equipaggiati di questa funzione come, ad esempio, quelli della serie Volca, il monotribe, o l’MS-20 mini.

Compatibilità avanzata con Ableton Live*

Trasforma l’ispirazione in una produzione musicale. KORG ha collaborato con il team dell’azienda Tedesca Ableton per offrire all’utente una condivisione dei progetti ottimizzata e rapida tra lo strumento hardware e il software Live. Korg Electribe può salvare internamente i pattern generati in formato Ableton Live*. I pattern individuali e le parti vengono sostanzialmente salvate sotto forma di scene e clip di un Ableton Live Set. Potrai quindi comodamente lavorarci all’interno delle finestre Session ed Arrangement del software Live una volta importarti nel tuo computer, usufruendo dei potenti tool in esso disponibili al fine di modificare e definire le idee abbozzate con l’Electribe, integrando a queste parti suonate in tempo reale nei tuoi live, o registrando nuove parti nell’uso in studio fino al mixaggio e mastering finale del tuo brano. In dotazione con Korg Electribe troverai una versione LITE del software Ableton Live*.

VIDEO DA YOUTUBE SUL KORG ELECTRIBE

SPECIFICHE TECNICHE KORG ELECTRIBE

Polifonia massima:24 voci (pseudo-polifonia)
NB: la polifonia di un intero pattern è soggetta a variazioni in base alla tipologia di oscillatore, filtro ed effetto insert applicati. I parametri di ogni singola voce vengono semplificati, quindi condivisi in una parte polifonica.

Numero di parti: 16

Sample rate: 48.0 kHz

Forme d’onda: 409

Tipologie di filtro disponibili:16

Template modulation disponibili: 72

Capacità di memorizzazione: 250 pattern

Effetti: 38 Insert, 32 Master

Sequencer: max 64 step per parte; max 24 modulation per pattern

Pattern Preset: 200

Funzione Last Step: variabile su ciascuna parte singolarmente

Pad sensibili alla dinamica: 16

Uscite audio: Stereo Out Jack ¼” (L/Mono-R); mini-jack cuffia

Ingresso Audio: format mini-jack TRS

Connessioni MIDI: In e Out DIN accessibili a mezzo di adattatore incluso

Connettore USB: micro B

Connessioni Sync analogico: In e Out su mini jack TRS da 1/8”

Memorie supportate (NON incluse): SD Card (oltre 1GB), SDHC fino a 32GB.

Alimentazione da corrente: a mezzo adattatore AC KA-350 incluso

Alimentazione a pile: sono richieste 6 pile tipo AA

(circa 5 ore di automonia con batterie Nickel-Metal e Power Saving attivato)

Consumo: inferiore ai 500mA

Dimensioni e peso:339x189x45mm ; 1,6Kg

Temperatura operativa: 0- +40?(senza condensa)

In dotazione: Adattatore KA-350, 2 adattatori MIDI, Cartolina Licenza Ableton Live* 9 Lite

*NB: Trattandosi di software gratuito di terze parti, EKO Music Group e KORG NON possono fornire supporto tecnico/commerciale. Per informazioni visita: /supporto#software-le-demo

Che differenze ci sono tra Electribe ed Electribe 2?

La vecchia serie Electribe comprendeva due modelli: 
- L'Electribe ESX (quella rossa) era prevalentemente dedicata ai suoni di batteria elettronica e aveva solo 2 parti synth, oltre alle 9 drum. Possibilità di importare samples da SD. 

- La EMX (quella blu) dispone invece di 5 parti synth, 9 di batteria. Rispetto alla "rossa", ha quindi molti più suoni usabili per creare melodie, tappeti, arpeggi, ecc. grazie al synth integrato a modelli analogici.

Tra Electribe 2 ed Electribe 2 Sampler, invece, NON vi sono differenze sostanziali, eccezion fatta per la possibilità di importare nella seconda, quella "Sampler", dei campioni audio in formato .Wav mono e stereo a 16 e 24bit, con qualsiasi sample rate, per un totale di 270 secondi (in mono). Su alcune parti la Electribe Sampler risponderà in modo differente ai controlli rispetto alla “normale” Electribe, dato che alcune funzioni variano a seconda della sorgente sonora (sample, modelli fisici analogici, o PCM) impostata per l’oscillatore. La dotazione di pattern preset delle due groovebox è differente, in quanto per la produzione degli stessi nella Sampler sonostati impiegati i preset samples aggiuntivi forniti in dotazione.

Nelle nuove Electribe 2 il motore sonoro è multi-timbrico a 16 parti. Ogni parte è controllabile/suonabile da un canale MIDI dedicato e ha, naturalmente, una traccia dedicata nel pattern/sequencer integrato. Rispetto alle precedenti versioni, NON esistono differenze tra le parti, ognuna delle 16 può ospitare un synth, un suono drum, oppure nella Sampler un campione audio. Di default le parti drum sono allocate sui pad/parte dal 9 in poi, ma, ripetiamo, non esistono distinzioni e possiamo sostituirle con qualsiasi suono della wavetable, drum o synth, ruotando il potenziometro "Oscillator".

Abbiamo poi la possibilità di esportare le sequenze in formato Ableton Live, quindi ritrovarci nella nostra DAW le tracce separate, nonchè funzionalità di controllo MIDI via USB NON presenti nei precedenti modelli.

Inutile sottolinerare che la wavetable in dotazione in questi nuovi modelli versione "2" è molto più attuale e credibile nei contesti moderni, in quanto realizzata da produttori e aziende di sound design e produzione di samples leader nel mercato.