Mecco Guidi


Mecco-Guidi-endorser-Nord

"Perché uso nord stage Clavia?
Utilizzo Nord Stage Clavia da quando é uscita in commercio, é una compagna di palco importantissima e versatile.
Attualmente sono passato alla versione 3 Compact che racchiude in poco spazio e peso tutta la potenza e affidabilità di questo strumento."

Mecco (Michele) Guidi si appassiona fin da piccolo alla musica grazie al padre musicista, e frequenta a Ravenna il liceo musicale Enzo Pinza.

Inizia nel 1994 ad intraprendere la professione come pianista - tastierista, e qualche anno dopo con una band inizia a girare l’Europa: Svizzera, Austria, Germania, Danimarca, Norvegia.

In quel periodo aiutato dall’ascolto di storici organisti come Jimmy Smith, Jack Mc Duff, Larry Young etc..si avvicina al Jazz  e comincia ad approfondire lo studio anche sull’organo Hammond, accompagnando in vari festival Soul-Blues: Louisiana Red, Cheryl Porter, Wesley Johnson, Sweet Georgia Brown...

Nel 2001 forma insieme al batterista Christian Capiozzo un progetto dal nome «Capiozzo & Mecco» e registra il cd dal titolo "Whisky a Go Go" distribuito dalla Irma Records in America, Giappone ed Europa; un brano contenuto nel disco "Small club" è stato poi inserito nel noto telefilm americano "Sex and the City".

Il disco vede al suo interno vari e prestigiosi ospiti tra cui Daniele Santimone alla chitarra, al sax Stefano Bedetti e Simone Lamaida e la grande voce di Mario Biondi. Inizia anche una serie di concerti a New York in vari club dove torneranno poi nel 2007 per suonare nello storico club il Blue Note.

Sempre con Christian Capiozzo e Daniele Santimone accompagna il trombettista americano Jimmy Owens in vari concerti, e nel 2004 registra il Cd dal nome  “Peaceful Walking” che esce negli Stati Uniti per l’etichetta Jay- Oh Jazz Recordings. Partecipa così a vari tour col progetto Jimmy Owens Group, che lo portano fino in Russia e Siberia al Novakuzniech Jazz Festival organizzato da Billy Cobham.

Nel 2005 Registra in organ-trio con Joe Pisto alla chitarra e Bruno Farinelli alla batteria il Cd “The space beetween us” per la New LM records.

Nel 2009 col progetto Acud3 sempre in organ-trio esce per la OverPlay un disco omaggio a Wayne Shorter che vede anche una serie di concerti insieme a Massimo Zaniboni al sax e Max Dall'Omo alla batteria. 

Insieme al percussionista Luca Florian lavora all'album "Punch and Flowers" prodotto da Mario Biondi con ospiti tra cui Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco, Lorenzo Tucci, Alessandro Scala...

Nel 2010 inizia la collaborazione con Luca Sapio la nuova voce del Soul italiano, e registra a Brooklyn-New York il disco "Who Knows" prodotto e suonato insieme a Thomas Brenneck, leader della Menahan Street Band, veterano della musica black che ha contribuito a lanciare artisti come Charles Bradley, Mary J.Blidge e Amy Winehouse. Il disco vince il premio M.E.I. (meeting etichette indipendenti) e SIAE dell'anno. Il primo singolo estratto "How Did We Lose It" è stato inserito nella playlist del David Letterman Show e singolo della settimana su I-Tunes. In vari tour Europei hanno l'occasione di aprire i concerti a Sharon Jones and The Dap-kings, Paul Weller, Trombone Shorty, Nick Waterhouse.

Tornano nel 2012 per registrare il disco "Everyday Is Gonna Be The Day" negli studi della Diamond Mine nel Queens a New York, sempre prodotto da Thomas Brenneck.

Dal 2003 inizia anche la collaborazione con l'artista e cantautore Cesare Cremonini col quale colleziona molti tour arrivando fino ai giorni d'oggi con l'uscita del doppio cd "Piu' che Logico live" del 2015, un estratto dal Logico tour 2014 che vince il premio della critica come miglior tour dell'anno nell'ambito pop.

Collabora infine con Raphael Gualazzi per alcuni anni in un progetto in duo piano-voce e organo Hammond.

Nel 2015 scrive e produce insieme a Luca Sapio, un disco di inediti per l'etichetta Blind Faith Records, alla cantante americana Martha High, nota al pubblico come corista di James Brown per piu' di 30 anni, e anche prodotta dallo stesso in alcuni singoli.

Vanta numerose collaborazioni in concerti, tour, festival e rassegne jazz per citarne alcuni:

Jimmy Owens, Enrico Rava, Luisiana Red, Robert Bonisolo, Jesse Davis, Mario Biondi, Cesare Cremonini, Franco Califano, Raphael Gualazzi, Cheryl Porter, Tanya Michelle, James Thompson, Orlando Johnson, Wesley Johnson, Randy Bersen, Flavio Boltro, Fabrizio Bosso, Marco Tamburini, Gigi Ciffarelli, Jimmy Villotti, Carlo Atti, Giovanni Amato...

Loading