Daniele Ronda

Daniele-Ronda

Daniele Ronda nasce a Piacenza il 23 ottobre 1983 . All’età di nove anni inizia a suonare il pianoforte entrando al conservatorio. Numerosi concorsi, tra cui L'Accademia di Sanremo ed il Festival di San Marino, lo vedono protagonista come interprete Daniele inizia così a comporre musica e testi a soli sedici anni. 

Il suo talento come autore ottiene presto il dovuto riconoscimento quando due dei suoi brani, "Almeno stavolta" e "L'anno zero", sono scelti da Nek come singoli di lancio per il suo "Nek The Best Of... l'Anno Zero", uscito nel 2003. il proprio singolo d'esordio "Come pensi che io", in rotazione radiofonica dal maggio 2004, brano che lo porta sul palco del Festivalbar dello stesso anno. Nel 2005 altri quattro suoi brani vengono scelti per l'album "Una Parte Di Me" di "Nek": "Lascia che io sia", "Notte bastarda", " Va bene così" e "Una parte di me" che da il titolo all’album. Con “Lascia che io sia” Nek vince l’edizione 2005 del Festivalbar.
Dopo diverse collaborazioni con Massimo di Cataldo e Mietta a cui regalerà il brano sanremese “baciami adesso” Daniele prende  la decisione di riprendere il lavoro su se stesso, a tempo pieno, ripartendo dalle proprie origini. Da lì nascerà il primo album di Daniele Ronda: Daparte in folk, nel quale saranno presenti i duetti con Davide Van De Sfroos e Danilo Sacco.

Con questo disco Daniele riceve numerosi riconoscimenti, tra cui il premio MEI come miglior album folk, e soprattutto insieme alla sua band Ronda inizia la sua prima tournè che durerà per oltre un anno contando più di 100 concerti in tutta Italia, con tappe internazionali a Londra, Parigi e diverse zone della Svizzera.

Ad un anno di distanza esci un nuovo album di Daniele, dal titolo La sirena del Po. Si deciderà di presentare il disco per la prima volta al palazzetto dello sport Palabanca di Piacenza, quella sera al concerto parteciperanno oltre 3000 paganti. Come ormai consuetudine di Ronda all'uscita del disco segue un grande tour anch'esso di oltre 100 concerti, mentre il disco riceve numerosi riconoscimenti, tra cui il premio Lunezia, il premio Chiosso , il premio MEI e molti altri. Parleranno del fenomeno anche Tg1, Tg2 e Corriere della sera oltre a numerosissimi organi di stampa, TV, Web e radio.
Nel marzo 2014 esce il terzo disco di inediti di Daniele: La Rivoluzione, album che segna un percorso ed un evoluzione sonora che definirà ancora di più la sua forma nei riarrangiamenti live sia di questo che dei dischi usciti in precedenza, da segnalare il servizio al Tg1 nel quale Vincenzo Mollica elogia la nuova produzione dell’Artista. L'album entra dopo una sola settimana nei top50 della classifica ufficiale di vendite, e nella top10 tra gli indipendenti.

Il 2016 segna poi una svolta nella carriera musicale e artistica di Daniele: un “ritorno” al Pop senza rinnegare in alcun modo la strada percorsa negli ultimi anni.
Tutti i brani del live vengono riarrangiati con sonorità ammiccanti al Pop che arriva dall’America del Sud e America Centrale: i primi concerti dimostrano che la Fan Base gradisce molto questa svolta!
Nasce il singolo APRI LE GAMBE AMORE MIO, che segna la collaborazione con Massimo Varini, Musicista di fama internazionale che già agli inizi della carriera di Daniele lo notò durante l’Accademia di Sanremo e che lo aiutò ad inserirsi nel modo delle produzioni discografiche: la reunion genera un sound potente ed intrigante che non mancherà di portare Daniele ancora più in alto.
Da questa collaborazione nasce anche ‘l’interesse per il marchio Eko Guitars e Daniele si innamora delle nuove chitarre che ormai sono parte integrante della sua musica.
 

Share this Post:

Prodotti correlati

Loading