Acquista tramite un nostro rivenditore autorizzato





Scopri chi sono gli epoint ->

L'approccio modulare di mPress sostituisce il groviglio di cavi che di solito ostacola la messa a punto di un sistema ordinato, e permette di creare zone per i vari gruppi. Da ciascuna delle uscite XLR di mPress è possibile concatenare fino a quattro Exo-Pod insieme, per un totale di 320 microfoni e 128 uscite per registratori. Un dispositivo integrato tone-test da 1 kHz fornisce a tutti un livello di riferimento e  l’amplificatore per cuffie integrato v

Cod. prodotto: GRAD8001870 Brand: DISPONIBILE NEL NOSTRO MAGAZZINO
Il prodotto è disponibile nei nostri magazzini, se il tuo negoziante di fiducia non dovesse averlo presso il suo negozio, chiedigli di ordinarlo e noi lo spediremo entro le successive 48 ore lavorative.
Condividi:

  • Press box modulare per gestire fino a 448 uscite
  • Completamente analogica, nessuna scorciatoia digitale!
  • Drive attivo con transformatore di isolamento per eliminare il rumore
  • Può riprodurre la musica di sottofondo in standby
  • Radial mPress è una press-box modulareespandibile all’occorrenza per alimentare tribune stampa o distribuire audio durante eventi internazionali.

Il progetto inizia con mPress, un amplificatore di distribuzione Masterhead dotato di due ingressi microfonici, alimentazione Phantom a 48V per microfoni a condensatore e un limitatore integrato per impedire il sovraccarico causato da oratori eccessivamente agitati. Possono essere utilizzate otto uscite bilanciate microfoniche per fornire il segnale ad una piccola sala stampa. Per requisiti di sistema più grandi, è possibile implementare una serie di Exo-Pod modulari. Questi moduli esterni sono collegati tramite cavi microfonici standard e dispongono di dieci uscite microfoniche bilanciate e quattro mini TRS da 3,5 mm per alimentare registratori o videocamere portatili. Per eliminare ronzii e disturbi causati dai loop di massa, correnti DC vaganti e sistemi di alimentazione non ideali, tutte le uscite sono dotate di trasformatore di isolamento.

L'approccio modulare di mPress sostituisce il groviglio di cavi che di solito ostacola la messa a punto di un sistema ordinato, e permette di creare zone per i vari gruppi. Da ciascuna delle uscite XLR di mPress è possibile concatenare fino a quattro Exo-Pod insieme, per un totale di 320 microfoni e 128 uscite per registratori. Un dispositivo integrato tone-test da 1 kHz fornisce a tutti un livello di riferimento e  l’amplificatore per cuffie integrato vi aiuterà nella risoluzione dei problemi. Per semplificare le configurazioni, è disponibile un'uscita stereo principale per alimentare una coppia di diffusori amplificati e trasmettere l'evento al pubblico. Ingressi audio separati consentono inoltre a mPress di riprodurre musica di sottofondo in attesa degli oratori ospiti.

mPress ... una press box modulare che cresce in base alle vostre esigenze.

Collegamenti

Prima di effettuare i collegamenti, assicuratevi che tutti i controlli di livello siano a zero (ruotati completamente in senso antiorario), che gli interruttori siano disattivati e i diffusori del sistema PA spenti, per impedire ai transienti di accensione di danneggiare i componenti più sensibili come i tweeter. Collegate l'alimentatore di mPRESS. Non vi è alcun interruttore di accensione. Una volta connesso, mPRESS si attiverà. Per verificare se mPress è alimentato, premete MIC-1 ON per illuminare il LED.

Collegate il primo microfono all’ingresso MIC-1 INPUT. È possibile utilizzare la presa XLR sul pannello anteriore o quella presente sul pannello posteriore. Non utilizzate contemporaneamente gli ingressi anteriori e posteriori: sono collegati semplicemente in parallelo per convenienza. Se è necessaria l’alimentazione Phantom, attivate l'interruttore di alimentazione a 48V con un piccolo cacciavite. Questo interruttore è incassato per evitare attivazioni / disattivazioni accidentali. Collegate un paio di cuffie a mPress e impostate, per iniziare, il controllo del livello delle cuffie a metà (ore 12). Aumentate lentamente il livello di ingresso MIC-1 INPUT fino a vedere il LED dell’ingresso illuminarsi. Testate il livello di ingresso massimo, parlando ad alta voce fino a quando il LED rosso si accende. Poi abbassate di nuovo il livello per aumentare l’headroom. Proseguite regolando il livello della cuffia.

MIC-2 può essere utilizzato in modo indipendente per una seconda fonte in conferenze o riunioni. Effettuate i collegamenti esattamente come descritto per MIC-1. Quando entrambi gli ingressi microfonici sono attivi, vengono sommati dopo la sezione del limitatore come un'uscita mono che sarà presente in ciascuna delle uscite della tribuna stampa, nelle uscite principali e nelle cuffie.

Dopo aver impostato i livelli dei microfoni inserite l’interruttore MAIN OUT ON per attivare le uscite al sistema PA e alzate lentamente il controllo MAIN OUT LEVEL fino a raggiungere il livello di uscita desiderato.

 

Aggiungere segnali stereo da un'altra fonte.

La sezione PROGRAM di mPress è dotata di un numero di ingressi line-level sbilanciati per il collegamento e la distribuzione di sorgenti audio aggiuntive. Ciò consente di collegare l'uscita di un mixer per configurazioni più grandi quando sono necessari più di due microfoni. È possibile, inoltre, utilizzare questi ingressi per collegare un dispositivo di riproduzione musicale per musica di sottofondo attraverso dei diffusori attivi mentre il pubblico attende. Sul pannello frontale ci sono ingressi RCA da 3,5 mm, mentre sul pannello posteriore sono presenti ingressi da ¼" e ingressi RCA. Potete utilizzare solo una serie di ingressi perchè tutti i collegamenti sono in parallelo. Quando il PROGRM ON è premuto, questi ingressi sono attivi e vengono inviati alle uscite GALLERY OUTPUT, MAIN OUTPUT e HEADPHONES. Quando si utilizzano diffusori attivi, assicuratevi che il MAIN OUT sia acceso e impostato su un livello appropriato prima di alzare il PROGRAM LEVEL.

Collegare le uscite Gallery

mPress è dotato di otto uscite XLR dual level per distribuire il segnale ad un certo numero di dispositivi di registrazione, senza alcuna perdita sonora. Ognuna di queste uscite è una somma mono degli ingressi MIC INPUTS 1 e 2, insieme con tutti gli ingressi PROGRAM attivi. Le prime due GALLERY OUTPUT sono sulla parte anteriore di MPress per comodità, mentre le altre sei si trovano sul pannello posteriore. Interruttori incassati accanto ad ogni uscita consentono all'utente di impostare i livelli di segnale su HIGH o LOW, permettendo il collegamento sia di dispositivi line-level, sia di dispositivi mic-level.

Quando collegate un dispositivo mic-level, premete (attivate) l'interruttore incassato per impostare l'uscita LOW. Quando collegate un registratore line-level o un modulo Exo-Pod, disattivate l'interruttore incassato per l'uscita HIGH.

mPress è caratterizzato da due adattatori barrel XLR con Pad da -30dB per gestire le uscite line-level di un mixer utilizzando gli ingressi microfonici XLR bilanciati.

Segnale di prova

mPress dispone anche di un generatore di segnale da 1kHz per l’invio di un segnale di prova a ciascuna uscita GALLERY. In questo modo è possibile calibrare contemporaneamente ogni dispositivo di registrazione con mPress, per ottenere un livello di registrazione ottimale. Premete l’interruttore TEST per attivare il segnale di prova.

Utilizzo di mPress

Sistema di base con 8 Out

In questa configurazione, mPress viene utilizzato per alimentare fino a otto dispositivi di registrazione in una tribuna stampa. Assicuratevi che gli interruttori incassati sulla GALLERY OUTPUT siano impostati correttamente per ogni dispositivo (LOW per i registratori mic-level, HIGH per i dispositivi line-level). Al termine dei collegamenti, attivate la modalità Test Tone da 1kHz per calibrare ciascun registratore all'uscita di mPress. Ora provate con il microfono per assicurarvi che il segnale sia pulito.

La distribuzione di più di due segnali microfonici

Quando avete a che fare con un gruppo di relatori, è possibile utilizzare mPress per distribuire le uscite di un mixer tramite i PROGRAM INPUTS. In questa configurazione, è possibile collegare anche microfoni di backup attraverso i MIC INPUT di mPress, che continueranno a trasmettere anche se il mixer si spegne o perde potenza.


Configurazione a Stella con Exo-Pods

In questa configurazione colleghiamo ogni Exo-Pod ad una delle uscite GALLERY OUTPUT di mPress mediante un cavo microfonico XLR standard. In questo modo è possibile alimentare fino a 14 utenti della sala stampa utilizzando un Exo-Pod in una zona particolare. Ruotate il controllo di livello su Exo-Pod completamente in senso orario (livello massimo di uscita) poi riducetelo se è troppo alto. Potete impostare fino a otto zone, creando ciò che è comunemente noto come configurazione di rete a stella.

Configurazione in Serie con Exo-Pods

Colleghiamo un Exo-Pod in un altro attraverso l’uscita LOOP THRU, creando una configurazione in serie (nota anche come daisy-chain o configurazione in cascata). Come descritto di seguito, impostate le uscite GALLERY di mPress su HIGH e quindi collegate il primo Exo-Pod. Aggiungete il secondo Exo-Pod collegandolo con un cavo microfonico al LOOP THRU del primo Exo-Pod. È possibile collegare fino a quattro Exo-Pod in serie per ogni uscita GALLERY di mPress. Potete utilizzare una qualsiasi combinazione di configurazioni a Stella e in Serie.

 

 

 

 

 

MPRESS - DOMANDE FREQUENTI

Per le conferenze stampa sono meglio i microfoni a condensatore o quelli dinamici?
Funzionano entrambi. I microfoni a condensatore sono di solito preferiti per le postazioni a podio, dal momento che il presentatore può essere più lontano dal microfono. Un problema si verifica quando il diffusore 'mangia' il segnale del microfono - causando distorsione ed eccessive frequenze basse. Può essere utile attivare un filtro passa-alto. Comunque i microfoni dinamici sono perfettamente adatti, come dimostrato dal presidente degli Stati Uniti.

mPress impiega trasformatori Jensen?
No. L’aggiunta di 100$ di trasformatori per ogni uscita aumenterebbe significativamente il prezzo. Inoltre, dal momento che la risposta in frequenza effettiva di una voce parlata si estende tra 100Hz e 8kHz ... avere una risposta in frequenza che va da 10Hz a 50kHz non porta vantaggi significativi.

È possibile utilizzare mPress come amplificatore di distribuzione?
È possibile. Tuttavia è necessario impostare con attenzione i livelli del segnale che, essendo progettati per uscite microfoniche e uscite estremamente potenti per alimentare Exo-Pod, non sono line-level.

È possibile collegare l'uscita di mPress ad un sistema PA?
Sì. È possibile utilizzare una qualsiasi delle uscite Exo-Pod collegandolo ad un ingresso microfonico bilanciato sul vostro PA. È inoltre possibile utilizzare il program out per alimentare un ingresso line-level bilanciato  + 4dB.

È possibile alimentare mPress con una batteria da 12V per un utilizzo remoto?
No. Per fare questo è necessario avere un inverter che generi corrente alternata.

mPress può essere utilizzato passivamente come un semplice splitter microfonico?
No. I preamplificatori e circuiti drive devono essere alimentati.

È possibile far lavorare contemporaneamente entrambi i microfoni in stereo?
Sì e no. Entrambi i microfoni possono essere utilizzati contemporaneamente, l’uscita però è mono e non stereo.

Perché non è possibile utilizzare contemporaneamente gli ingressi anteriori e posteriori? Questo mi permetterebbe di avere quattro ingressi!
Perché gli ingressi microfonici anteriori e posteriori sono collegati in parallelo, non ci sono controlli di volume separati o buffer di ingresso. L’utilizzo dei connettori in contemporanea potrebbe causare rumore.

Radial ha in catalogo un pannello a rack al posto di Exo-Pod?
No, ma se ne può avere uno su misura contattando il Radial Custom Shop.

È possibile utilizzare mPress come un mini mixer PA?
Sì, è sufficiente collegare il program out ai vostri diffusori attivi e i vostri microfoni agli ingressi. 

News

Radial: distributore audio

mPress è un sistema di distribuzione audio per la stampa radicalmente nuovo, che offre un’espansione illimitata del segnale senza degradazione nè rumore. Afferma Dan Fraser, Senior Engineer Radial: "La press box tradizionale è sempre stata presentata come una valigia con un ingresso microfonico e una serie di uscite microfoniche. In passato, i trasformatori hanno svolto il compito di dividere il segnale assicurando l'isolamento da interferenze e rumori causati dai loop di massa. Negli ultimi anni, l'uso dei buffer di segnale attivi ha sostituito il trasformatore per ridurre i costi di fabbricazione.